ISTITUTO NAZIONALE DI PEDAGOGIA FAMILIARE

Presidente Prof.ssa Vincenza Palmieri

Pedagogia Familiare ®

Didattica Efficace e Diritto all'Apprendimento®

Logo Inpef

 I.N.PE.F
ISTITUTO NAZIONALE di PEDAGOGIA FAMILIARE
(Reg. Ag.  Entrate Roma P.I. 11297531003  - Cod. Att. 855920 Formazione ed
Aggiornamento Professionale)

Ente Accreditato presso il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
logo miur

Ente autorizzato alla formazione degli Assistenti Sociali dal Consiglio Nazionale
Ordine degli Assistenti Sociali - CNOAS per il triennio 2019-2022

 

 

kiwa-accredia-blu

Ente con Sistema di Gestione Certificato da KIWA CERMET
secondo la norma UNI EN ISO 9001:2015
Progettazione ed erogazione attività formative

 

CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN

ANTROPOLOGIA E ARCHEOLOGIA FORENSE

Validità: Seconda Annualità per provenienti

da Master o Corsi di Laurea

Settore disciplinare Area Forense

Edizione speciale secondo le disposizioni COVID-19

 

I corsi INPEF sono rendicontabili con la Carta Docente (L. n° 107/2015)

sul portale ministeriale S.O.F.I.A.

e rientrano nella Formazione Obbligatoria Docenti (Direttiva n° 170/2016)

 

www.istruzione.it/pdgf  

 

 

Scarica il modulo di iscrizione

 

  archeologia forense1

 

 

Premessa

Il Corso di Perfezionamento è rivolto a quanti provengano da Corsi di Laurea nell’area disciplinare delle Scienze Forensi o che abbiano già svolto Master post lauream in Criminologia, Criminalistica, Investigazioni, Psicologia Giuridica, Antropologia e Archeologia Forense, Scuola Nazionale Peritale; e si prefigge di fornire conoscenze e abilità avanzate per svolgere le attività di Consulente scientifico in ambito giudiziario.

Tale percorso può anche essere validato come seconda annualità per coloro che abbiano frequentato le edizioni già proposte del Master in Antropologia e Archeologia Forense erogate dall’INPEF. Questa parte specialistica, unita ai precedenti studi, consisterebbe effettivamente in un titolo di Master biennale in Antropologia e Archeologia Forense.

L'offerta formativa prevede il ripasso e il consolidamento della teoria sulle scienze forensi, con particolare riguardo all'Archeologia, la Geoarcheologia, la Geologia e l'Entomologia e l’Antropologia, all'analisi e alle attività investigative sulle scene del crimine e a differenti livelli di know how scientifico e tecnologico applicati ai beni archeologici e culturali e lezioni mirate alla formazione della comunicazione scientifica.

Nell’ambito del processo si ricorre frequentemente a perizie e consulenze tecniche, che vengono redatte ed esposte da esperti appartenenti alla comunità scientifica. Il linguaggio scientifico, però, risulta spesso di difficile comprensione per chi non è “addetto ai lavori” e di frequente il destino di una causa dipende proprio da come i dati scientifici vengono presentati in aula: un’esposizione che risulti incomprensibile, seppur rigorosa e corretta, può infatti perdere di efficacia e di incisività. Ecco allora la necessità di consulenti e periti che possiedano - oltre a delle solide competenze tecniche - anche la capacità di comunicare con chiarezza ed efficacia.

 

Obiettivi

Fornire le nozioni accademiche necessarie all’interpretazione delle variabili archeologiche associate ai differenti contesti, al fine di elaborare coerentemente l’esame delle prove rinvenute in situ, favorire una corretta lettura comparativa delle evidenze e garantire l'efficacia della comunicazione scientifica in sede di contraddittorio processuale.

Le competenze acquisite consentiranno la corretta esecuzione di analisi e perizie in ambiti diversi: non solo per saper gestire le molteplici problematiche nello svolgimento delle indagini sul campo, ma anche per interagire con successo con i diversi attori del procedimento giudiziario civile e penale, preparandosi a ricoprire le funzioni di Consulente Tecnico d’Ufficio (CTU), di Perito e di Consulente Tecnico di Parte (CTP) o di collaboratore ausiliario della Polizia Giudiziaria in qualità di Esperto, nonché di consulente di magistrati, avvocati, istituzioni, organizzazioni, enti locali, privati e forze dell’ordine.

 

Durata

Il Corso si compone di 8 Moduli e ha un carico didattico di circa 1500 ore.

Il carico didattico, quantificato nel rispetto di accordi e convenzioni standardizzate per la Formazione, è così suddiviso:

  • Ore di formazione in DAD
  • Ore di attività di studio individuale ed esercitazioni in autoapprendimento
  • Ore di attività di approfondimento individuale di materiali e documenti indicati, compresi i libri di testo e gli eventuali materiali presenti nella rassegna stampa
  • Ore di svolgimento prove e questionari di verifica.

 

Metodologia

La didattica sarà mista e articolata secondo le attuali disposizioni per l’Emergenza Sanitaria Nazionale con didattica a distanza (DAD):

  • DAD sincrona su piattaforma WebinarPro in modalità webinar o meeting (il docente fa lezione a distanza, su piattaforma, in diretta: gli studenti seguono la lezione in forma interattiva, pongono domande e ricevono risposte, possono svolgere esercizi pratici);
  • DAD asincrona su piattaforma Moodle (il docente registra la sua lezione o i suoi tutorial pratici e gli studenti seguono le videoregistrazioni negli orari a loro più congeniali); gli studenti svolgeranno in autoformazione esercitazioni o eventuali consegne del docente come questionari, schede, simulazioni, ecc.

Prima di iniziare il percorso di studio, gli studenti incontreranno lo Staff “da remoto” per ogni delucidazione sull’uso della piattaforma e su ogni altra questione di Segreteria Didattica ed Amministrativa, anche su richiesta degli stessi Studenti, nonché una formazione tecnica di base.

Questi ultimi avranno, quindi, a propria disposizione un Tutor dedicato per la piattaforma Moodle per lo studio individuale. La piattaforma è  semplice e intuitiva e può essere fruita  in qualunque momento, accedendo con la propria password individuale, per studiare le dispense (scaricabili), visionare le video-lezioni e svolgere le video-esercitazioni in piena autonomia.

Sulla piattaforma WebinarPro, qualora previsto e a discrezione dello Studente, sarà invece possibile interloquire con i Docenti in diretta e assistere alla Lezione. Oltre al Docente si avvicenderanno i Tutor dell’Aula Virtuale, molto competenti, per ogni genere di supporto, didattico e tecnico.

 

Programma

COMUNICAZIONE SCIENTIFICA INTERDISCIPLINARE FORENSE

  • Elementi di Teoria della Comunicazione e modelli di comunicazione
  • Tecniche di comunicazione e presentazioni con supporti visuali e grafici
  • Il public speaking: linguaggio verbale, para-verbale, non-verbale e body language (prossemica, uso della voce e del corpo)
  • Scienza e società: il rapporto con i media
  • Preparazione e analisi di presentazioni pubbliche in udienza
  • Simulazione di testimonianza e deposizione dello scienziato forense nel contraddittorio

I CONCETTI E LE APPLICAZIONI DELLE GEOSCIENZE FORENSI

  • Le Geoscienze forensi: tra semantica e analisi territoriale
  • Dalla Geoarcheologia all’Archeologia forense: casi pratici
  • Introduzione alle discipline delle scienze della terra e loro applicazioni in ambito forense
  • Fotointerpretazione e geochimica. Focus sui reati ambientali
  • Dal Telerilevamento alla Geofisica forense: casi pratici
  • La Geoarcheologia e l'Archeologia forense
  • Studio dei terreni in ambito forense
  • La geoarcheologia forense e la ricerca di persone scomparse
  • Approccio geologico alla ricerca delle persone scomparse

LE GEOSCIENZE FORENSI PER I BENI CULTURALI

  • Archeologia forense e tutela dei beni culturali
  • Metodologie di indagine di oggetti preziosi e beni culturali applicate ai reati sul falso
  • I reati contro i beni culturali di interesse paleontologico
  • Cenni applicativi sulla legislazione dei beni culturali: consulenze e perizie

ANALISI SPAZIALE DELLA SCENA DEL CRIMINE MEDIANTE GIS

  • L'utilizzo del software GIS per l’analisi spaziale della scena del crimine
  • Utilizzo di dati telerilevati e database geografici
  • Analisi predittive

LA SCENA DEL CRIMINE IN AMBIENTI APERTI E CHIUSI

  • Analisi spaziale della scena del crimine
  • Ricerca, repertamento, conservazione di tracce e microtracce
  • Ricerca, localizzazione e recupero di target e corpi sepolti
  • Scavo stratigrafico, repertamento materiali geologici e tracce di diversa natura e loro conservazione
  • Redazione dei verbali e documentazione fotografica
  • Pianificazione delle attività tecniche conseguenti a un quesito del PM o del Giudice, o relative alle indagini difensive
  • Analisi delle best practice e delle malpractice esercitate sul campo

ENTOMOLOGIA FORENSE

  • Tecniche e problematiche di campionamento del materiale entomologico
  • Metodologie di prelievo e conservazione del materiale entomologico da corpi esposti e interrati
  • Casi di studio, cadaveri esposti e interrati: dalla raccolta all’interpretazione del dato entomologico

DALL'ARCHEOLOGIA FUNERARIA ALL'APPROCCIO ETNO-ANTROPOLOGICO

  • La morte: dall'antichità all'età moderna
  • Rituali funerari: aspetti pratici e approccio fenomenologico
  • Trattamento del cadavere nell’antichità: scarificazione, cannibalismo rituale, mummificazione
  • Architettura funeraria: dai monumenti delle grandi civiltà alle varianti regionali
  • Vivi e morti: Un approccio etno-antropologico
  • La morte nelle società tradizionali del XXI secolo

SEMINARI DI ANTROPOLOGIA FORENSE

 

Docenti

Prof. Pier Matteo Barone - Docente presso l’American University of Rome. Esperto e consulente di Geoarcheologia con particolare riguardo per le prospezioni geofisiche (georadar), telerilevamento e GIS applicate alle investigazioni sulle scene del crimine, alla ricerca di persone scomparse e ai reati contro i beni culturali. Membro di Geoscienze Forensi Italia®, del gruppo Scene of Crime (SoC) presso l’European Network of Forensic Science Institutes (ENFSI). Nominato Crime Scene Advisor per la IUGS Initiative of Forensic Geology, è membro del consiglio di gestione dell’Associazione Italiana del Georadar e del comitato scientifico di Penelope (s)comparsi. Autore di oltre 100 pubblicazioni su riviste internazionali e nazionali ad alto Impact Factor.

Prof. Marco Castellazzi - Docente di Tecniche di Comunicazione Scientifica Pubblica nell’ambito del corso di laurea in Rischio Ambientale e Protezione Civile presso Università Politecnica delle Marche, Dipartimento di Scienze della Vita e dell’Ambiente. Docente in master, seminari e corsi di Comunicazione Pubblica presso Università, Istituti di Ricerca e CNR. Autore, regista e realizzatore di numerosi documentari per RAI e TSI (Televisione Svizzera Italiana) girati in varie parti del mondo. Autore e conduttore del programma Geo (RAITRE) e consulente in qualità di Biologo marino. Presentatore, conduttore, moderatore in numerosi eventi di divulgazione scientifica organizzati da enti istituzionali pubblici e privati.

Dott.ssa Rosa Maria Di Maggio - Geologo forense con oltre venti anni di esperienza. Ha lavorato per undici anni presso il Servizio di Polizia Scientifica della Polizia di Stato. Ha pubblicato articoli scientifici su riviste nazionali ed internazionali e redatto contributi scientifici per diversi libri dedicati alle scienze forensi; è, inoltre, autrice e curatrice del primo libro italiano sulla Geologia Forense. Attualmente ricopre la carica di membro della Commissione Direttiva Initiative on Forensic Geology, nell’ambito dell’International Union of Geological Science, con incarico di funzionario per l’Europa e rappresentante per l’Italia.

Prof. Giuseppe Palmieri - PhD. in Archeologia presso l’Università di Córdoba (Spagna), è membro del Grupo de Investigación PAI HUM-882 presso l'Università di Córdoba e del comitato tecnico-scientifico della Missione ICOMOS presso il Conjunto Arqueológico di Medina Azahara - Patrimonio Unesco 2018, per cui ha realizzato lavori di ricerca e diffusione. Da oltre dieci anni dirige progetti di ricerca per conto della Consejería de Cultura (Delegaciones Territoriales de Cultura de Córdoba y Sevilla) della Junta de Andalucía; collabora come tecnico specialista con la Dirección General de Cultura y Patrimonio Histórico de Córdoba e la Comisión de Patrimonio del Cabildo della Mezquita Catedral de Córdoba (Patrimonio Unesco 1984). Ha partecipato a diversi progetti in ambito internazionale ed è autore di numerose relazioni tecniche e contributi scientifici per riviste, libri e atti di convegni o congressi, in alcuni casi anche come editore.

Prof. Stefano Vanin - Entomologo Forense presso il Department of Chemical and Biological Sciences, University of Huddersfield (UK) e presso il Department of Chemical and Biological Sciences, University of Huddersfield (UK). Presidente del GIEF - Gruppo Italiano di Entomologia Forense e componente dell'Archaeogenetics Research Group, che utilizza l'analisi del DNA per risolvere casi di Archeologia, Antropologia e Storia. È l'entomologo forense del progetto per il corretto recupero degli scheletri dei soldati della prima guerra mondiale, trovati nelle Alpi italiane.

 

Destinatari

Il Corso è rivolto a quanti provengano da Corsi di Laurea nell’area disciplinare delle Scienze Forensi o abbiano già svolto Master post lauream in  Criminologia, Criminalistica, Investigazioni, Psicologia Giuridica, Antropologia e Archeologia Forense, Scuola Nazionale Peritale.

Il percorso può anche essere validato come seconda annualità per coloro che abbiano frequentato le edizioni già proposte del Master in Antropologia e Archeologia Forense erogate dall’INPEF, integrando così un titolo di Master biennale in Antropologia e Archeologia Forense.

 

Accreditamenti

L’Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare è:

  • Ente accreditato dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca – MIUR
  • Ente con Sistema di Gestione Certificato da KIWA CERMET secondo la norma UNI EN ISO 9001:2015
  • Ente autorizzato alla formazione degli Assistenti Sociali dal Consiglio Nazionale dell'Ordine degli Assistenti Sociali – CNOAS per il triennio formativo 2019/2022.

È necessario precisare che gli ACCREDITAMENTI e i RICONOSCIMENTI sono il risultato di una lunga indagine, da parte dei succitati Organismi, che ne hanno valutato e approvato:

  1. Sedi, locali, attrezzature, informatizzazione, aule secondo gli standard di sicurezza nazionali
  2. Qualità, contrattualistica, formazione del Personale
  3. Modulistica e sistemi di rilevazione degli indici di gradimento e per il monitoraggio ex ante, in itinere, ex post
  4. Curricola aggiornati dei docenti e contratti di docenza
  5. Valutazione delle piattaforme e dei sistemi per la DAD con chiavi di accesso per “ispezione” dell’Organismo accreditante
  6. Modalità di Quantificazione del carico didattico
  7. Quantità e Qualità degli Esami e delle Tesi anche in modalità da remoto
  8. Programmi didattici, libri di testo, esercitazioni, project work, obiettivi
  9. Portfoli degli Studenti e quantificazione assenze
  10. Valutazione della Didattica sincrona ed asincrona anche con accessi a campione da parte dell’Organismo accreditante. 
  11. Precisiamo che tali accreditamenti sono rinnovati periodicamente o, come nel caso di ISO 9001 per la Certificazione di Qualità, dove il mantenimento del Marchio di Qualità della Progettazione ed Erogazione di Percorsi Formativi è rivisitato con la stessa meticolosità, OGNI ANNO
  12.  Questo significa che gli Standard formativi di INPEF sono di altissima qualità e costantemente aggiornati e monitorati

 

Attestati

Al termine del percorso saranno rilasciati un Attestato e un Certificato di Competenza; il Certificato ha validità per tutti gli usi consentiti dalla legge, per esigenze concorsuali, curriculari, di qualificazione e riqualificazione professionale.

 

Costi e Agevolazioni

La quota di iscrizione è gratuita.

Il pagamento può avvenire secondo le seguenti modalità:

  • 10 rate da 140 euro + IVA (22%)

Oppure

  • un’unica rata da 1300 euro + IVA (22%)

Tramite bonifico bancario intestato a:

ISTITUTO NAZIONALE DI PEDAGOGIA FAMILIARE

IT62X0200805319000101389209

Conservare la ricevuta e inviarla via mail all’indirizzo:

pedagogiafamiliare@gmail.com 

Le iscrizioni (corredate di CV) dovranno pervenire al medesimo indirizzo email e saranno accettate secondo l’ordine di arrivo, fino a raggiungimento del numero previsto.

 

COMPILA IL FORM PER CHIEDERE INFORMAZIONI

 

* dati obbligatori

Cognome*: Nome*:
Email*: Telefono*:
Città: Corso per cui si desiderano maggiori informazioni*:
Messaggio:


Ho letto l'informativa privacy e autorizzo il trattamento dei dati personali
   SI   NO


Scarica il modulo di iscrizione

 

MODULO DI ISCRIZIONE

(il seguente modello può anche essere copiato ed incollato su un documento Word da inoltrare, una volta compilato, via mail a pedagogiafamiliare@gmail.com)

Al Comitato Tecnico Scientifico dell’Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare

Nome e Cognome ____________________________________________________________________

Nato/a  a ____________________________________ il _______________________

Codice fiscale ____________________________________________________________________

Professione ___________________________________________________________

Titolo di studio ________________________________________________________

Residente a _____________________________________ Provincia _____________

Via ______________________________________ n. ________ C.A.P. __________

Telefono _______________________ Cellulare ______________________________

E-mail _______________________________________________________________

Pec _________________________________________________________________

Codice Destinatario (per possessori Partita IVA)________________________________

Partita IVA_________________________________________________________

 

Corso di Perfezionamento in

Archeologia e Antropologia Forense

Intende pagare secondo la seguente modalità:

  • 10 rate da 140 euro + IVA (22%)

Oppure

  • 1300 euro + IVA (22%) in un’unica soluzione

Il pagamento potrà essere effettuato tramite bonifico bancario intestato a:

ISTITUTO NAZIONALE DI PEDAGOGIA FAMILIARE

IT62X0200805319000101389209

Conservare la ricevuta ed inviarla via mail all’indirizzo:

pedagogiafamiliare@gmail.com 

 

Il trattamento dei dati è effettuato ai sensi dell’art. 6 lettera e) del Regolamento UE 2016/679 nell’ambito della normale attività dell’Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare e secondo le finalità istituzionali di seguito indicate (per il caso di trattamento dei dati per finalità diverse da quella per cui essi sono stati raccolti, il Titolare fornirà previamente all’interessato ogni ulteriore informativa necessaria): 1. erogazione di servizi richiesti dall’interessato nell’ambito delle attività relative alla gestione delle iscrizioni e delle carriere, della frequenza dei corsi di studi e dell’attività didattica in generale: ad esempio, iscrizione ai corsi, calcolo degli importi delle tasse dovute, iscrizione agli esami, alle attività di interesse, conseguimento del titolo di studio, conservazione dei dati per finalità di costituzione di un archivio istituzionale storico, nonché recepimento e gestione di obblighi previsti da leggi, regolamenti e normativa nazionale e comunitaria, nonché da disposizioni impartite da autorità a ciò legittimate dalla legge e da organi di vigilanza e controllo (es. aspetti di sicurezza, ecc.). 2. Svolgimento di attività statistiche finalizzate allo svolgimento dell’attività istituzionale (ad esempio comunicazione dei dati al MIUR e/o altri enti per finalità di carattere statistico) e/o miglioramento dei servizi offerti e/o alla rilevazione del grado di soddisfazione degli studenti circa l’attività svolta dall’Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare. 3. Comunicazioni istituzionali, iniziative e tutte le finalità di interesse legittimo correlate, destinate a perseguire le finalità esplicitate nello Statuto, effettuate tramite materiale testuale/foto/audio/video su mezzi di comunicazione elettronici (ad es. via internet) o tradizionali inerenti le attività/iniziative gestite dall’Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare che possono contenere dati ed immagini/video/audio raffiguranti esplicitamente l’interessato raccolti anche mediante interviste, eventi, ecc..

L’interessato potrà far valere i propri diritti, come espressi dall’art. 7 del D.Lgs. 196/2003 e dagli artt. 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22 del Regolamento UE 2016/679, rivolgendosi al Titolare del trattamento mediante i seguenti recapiti: Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare. Via dei Papareschi 11, 00146 - Roma – email: pedagogiafamiliare@gmail.com.

 

Firma____________________________

  

Il richiedente dichiara di accettare le regole di iscrizione e le condizioni generali di seguito riportate.

 

Regole di Iscrizione

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO

  1. PARTI DEL CONTRATTO. Parti del contratto sono: da un lato, l’I.N.PE.F. – Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare s.a.s., istituto privato che opera nel campo della formazione e della ricerca e che organizza corsi di formazione, giornate di studio e master; dall’altro lato, il corsista. Quest’ultimo accetta, all’atto dell’iscrizione, le presenti condizioni di contratto.
  2. OGGETTO DEL CONTRATTO E MODALITA’ DI SVOLGIMENTO DEI CORSI. L’I.N.PE.F. avrà cura di organizzare i corsi, le giornate di studio e i master nei luoghi e negli orari previsti, con i necessari supporti didattici e tecnici, insieme al personale docente qualificato. In caso di impossibilità, per i docenti designati, di essere presenti per malattie od altri impedimenti, l’I.N.PE.F. potrà sostituire gli stessi docenti con altri di pari prestigio o cambiare la data ed il luogo della lezione, previa comunicazione via e-mail a tutti i corsisti interessati.
  3. COMUNICAZIONI. Tutte le comunicazioni tra l’I.N.PE.F. e il corsista avverranno tramite l’utilizzazione di un indirizzo e-mail che il corsista fornirà al momento dell’iscrizione. Un numero di telefono, che il corsista fornisca al momento dell’iscrizione, sarà utilizzato per le sole comunicazioni urgenti.
  4. ASSENZE CONSENTITE ED ESAME FINALE. Per accedere all’esame finale e per il rilascio dell’attestato e/o certificato di competenze, il corsista non dovrà aver superato il 20% (venti per cento) delle ore di assenza rispetto al monte-ore complessivo del corso. Laddove previsto saranno attivate lezioni in formula mista o a distanza. L’esame finale consisterà in prove scritte a risposta multipla o nella presentazione e discussione di un elaborato scritto o in simulazioni o esercitazioni che i docenti, di volta in volta, stabiliranno e di cui daranno informazione ai corsisti.
  5. MANCATA FREQUENZA. Nel caso in cui il corsista, compiuta l’iscrizione, per qualunque ragione non frequenti il corso, gli importi per iscrizione e partecipazione saranno comunque dovuti e le somme versate non potranno essere richieste in restituzione. L’Istituto, in casi eccezionali valutati a proprio insindacabile giudizio, potrà porre le somme già versate a credito del corsista per l’iscrizione ad altri corsi che si tengano nello stesso anno accademico o entro i due anni accademici immediatamente successivi, salva la pretesa di differenze dovute all’Istituto in relazione all’iscrizione al nuovo corso ed eventuale contributo per spese ed attività di segreteria.
  6. RIMBORSI. Nel caso in cui il corso non venga tenuto, l’I.N.PE.F. rimborserà al corsista gli importi versati per l’iscrizione e la partecipazione.
  1. INFORMAZIONI SUI PERCORSI FORMATIVI. Le informazioni sui corsi, sugli eventi formativi e sui master organizzati dall’Istituto sono fornite mediante pubblicazione telematica accessibile e consultabile da chiunque anche prima della formulazione della domanda di iscrizione. Inoltre, all’atto dell’iscrizione o, su richiesta, prima della presentazione della domanda di iscrizione, l’interessato riceve documentazione relativa ai programma ed agli obiettivi di percorsi ed eventi formativi.
  2. DIRITTO DI RECESSO E RELATIVA INFORMATIVA. Il diritto di recesso è disciplinato come per legge ed è esercitato dal corsista entro quattordici giorni dalla presentazione della domanda di iscrizione mediante dichiarazione espressa; le informazioni relative al diritto di recesso sono contenute nel sito telematico dell’Istituto

 

LUOGO E DATA__________________________  IL CORSISTA________________________________ 

 

Consenso al trattamento dei dati personali. Ai sensi delle disposizioni di cui al decreto legislativo n. 196 del 2003 e del GDPR (Regolamento UE 2016/679), consento al trattamento dei dati personali dianzi riportati, per finalità funzionali allo svolgimento dell’attività dell’Istituto, quali l’invio di materiale di promozione o di aggiornamento relativamente a percorsi ed eventi formativi organizzati dall’Istituto medesimo

 

LUOGO E DATA__________________________  IL CORSISTA________________________________

 

Informativa Obbligatoria per il Recesso

 

 

 

 

 

 

 

 

Informativa Cookie

 

Informativa Privacy

 



 

 

 

 

 

 

 

 


ISTITUTO NAZIONALE DI PEDAGOGIA FAMILIARE
Viale dei Papareschi, 11 (Angolo Piazzale della Radio) - Roma 00146
Tel. 06 5803948 - 06 5811057
P.IVA 11297531003
® Vincenza Palmieri 2010. Tutti i diritti riservati.